Il papà di Alessandro Di Battista: “Non vorrei che qualcuno mi deludesse. Io resto il capo dell'opposizione”


Papà di Di Battista

Si aggira per gli stand. Camicia e maglione legato in vita. Vittorio Di Battista, 77 anni ma – dice – “me ne sento venti di meno”, solca il prato del Circo Massimo: “Mio figlio Alessandro torna a Natale. Ogni tanto una mia amica mi fa vedere i suoi video dal Guatemala. Sapete, con questo cellulare che mi ritrovo, lo sento poco”. Il papà del Dibba è sempre presente ai raduni, da quando M5s era all’opposizione: “Mio figlio al posto di Luigi? No, Di Maio sta bene in giacca e cravatta. Mio figlio con gli scarponi”. E adesso: “Non vorrei che qualcuno mi deludesse”. E quindi mostra il cartello che ha portato con sé: “No Tap, no Tav, no Benetton”.

Poi chiede ai cronisti: “Ma quelli lì, hanno deciso in Consiglio dei ministri? Si sono messi d’accordo? Ci sono frizioni? Non ne vedo”. Poi ride e aggiunge: “Io non ho problemi resto il capo dell’opposizione. Se mi pagate do risposte serie, così no”. Comunque “il consiglio che do alla Lega è di staccarsi dal cordone ombelicale di Berlusconi”.

Leggi articolo completo…
Author: Gabriella Cerami