Ci pensa Ivanka Trump a dire le parole contro il suprematismo bianco che gli Usa chiedono al padre


U.S. President Donald Trump listens to his daughter Ivanka speak during a visit to Waukesha County Technical College in Pewaukee, Wisconsin, U.S., June 13, 2017.  REUTERS/Kevin Lamarque

Ci pensa Ivanka a dire le parole che gli Stati Uniti attendono dal padre. “Non c’è posto nella società per i suprematisti bianchi e per i neonazisti” la first daughter su Twitter. Il presidente Donald Trump è stato travolto dalle critiche per non aver condannato esplicitamente i suprematisti bianchi per gli scontri di Charlottesville, in Virginia.

1:2 There should be no place in society for racism, white supremacy and neo-nazis.

— Ivanka Trump (@IvankaTrump) 13 agosto 2017

2:2 We must all come together as Americans — and be one country UNITED. #Charlottesville

— Ivanka Trump (@IvankaTrump) 13 agosto 2017

Democratici, Repubblicani, stampa, associazioni di diritti civili. Si sono fatti sentire tutti, dopo gli scontri di Charlottesville, una grossa fetta dell’opinione pubblica americana che si è schierata apertamente contro la marcia “Unite the right”, ma accusa anche Donald Trump di non avere menzionato né preso a sufficienza le distanze dal raduno dei nazisti del ‘suprematismo bianco’ in Virginia, in cui è morta una donna di 32 anni travolta da un’auto. Trump ha chiesto unità, scrivendo su Twitter che “l’odio e la divisione devono finire adesso”, una condanna solo generica senza mai menzionare la manifestazione razzista inscenata ieri della ‘alt-right’ americana.

TRUMP IGNORA LA DOMANDA SULL’ALT-RIGHT

IL MOMENTO DELLO SCHIANTO A CHARLOTTESVILLE

T

Leggi articolo completo…
Author: Huffington Post