Abbattuta l’orsa Kj2, aggredì un uomo in Trentino nella zona dei laghi di Lamar


È stata uccisa KJ2, l’orsa che il 22 luglio scorso ha attaccato un uomo di 70 anni in un bosco in Trentino, nella zona dei laghi di LamarFerito da un morso a un braccio nel tentativo di difendersi, il 70enne si era salvato gettandosi in un canalone approfittando della distrazione che il cane ha causato all’animale. Dopo l’assalto era subito scattata la caccia all’orsa, ufficializzata da un mandato dei forestali del Trentino, che autorizzava “all’abbattimento” dell’animale in caso di pericolo durante la cattura. E così è stato. Secondo l’ordinanza, infatti, l’orso aveva attaccato “senza essere provocato”, rivelandosi un esemplare pericoloso per l’intera comunità.

A rendere nota la notizia della morte dell’orsa è stata la Provincia autonoma di Trento tramite un comunicato: “Nella serata di ieri gli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento hanno proceduto all’abbattimento dell’orsa KJ2 in attuazione dell’ordinanza emessa dal presidente della Provincia per garantire la sicurezza delle persone – si legge – Ciò è stato possibile grazie alle precedenti attività di identificazione genetica e successiva cattura e radiocollarizzazione ai fini della riconoscibilità dell’animale. Il documentato indice di pericolosità dell’esemplare, culminato nel ferimento di due persone, ha richiesto l’attuazione dell’ordinanza nel più breve tempo possibile. Sempre in funzione della prioritaria sicurezza delle persone continueranno in maniera intensiva tutte le attività condotte per ridurre il rischio di incidenti (informazione, comunicazione, prevenzione, monitoraggio e presenza sul territorio)”.

 

L’articolo Abbattuta l’orsa Kj2, aggredì un uomo in Trentino nella zona dei laghi di Lamar proviene da Il Fatto Quotidiano.

Leggi articolo completo…
Author: F. Q.